Modello denuncia inattendibilità dei tamponi

pubblicato 12 ott 2020, 14:11 da Nicola Massafra   [ aggiornato in data 6 dic 2020, 09:56 ]
Lo studio Legale Massafra, su incarico del Dott. Mariano Amici ha predisposto un modello di denuncia - querela basato sulla seguente documentazione attestante l'inattendibilità dei tamponi quale strumento su cui fondare la diagnosi relativa al COVID-19:
1) EU test validation in Working document test performance 16 April 2020;
2) ISS Covid tests Part 2 https---www.epicentro.iss.it-coronavirus-pdf-rapporto-covid-19-46-2020;
3) CDC 2019-Novel Coronavirus (2019-nCoV) Real-Time RT-PCR Diagnostic Panel aggiornato al 13-07-2020;
4) Dott. Scoglio - Sui Tamponi Covid-19;
5) FIND evaluation update- SARS-CoV-2 molecular diagnostics – FIND;
6) Dichiarazione congiunta;

La predisposizione del modello di denuncia e la messa a disposizione della documentazione da allegare non prevede alcun tipo di costo e compenso essendo stata predisposta su incarico del Dott. Mariano Amici con il fine di metterla a disposizione di chiunque vi abbia interesse.
Per l'invio del modulo e della documentazione inviare una mail a info@studiomassafra.com indicando nell'oggetto "Modello denuncia inattendibilità dei tamponi". La segreteria invierà direttamente la documentazione ed il modello.

NEWS - AGGIORNAMENTO
Lo Studio Legale Massafra, su incarico del Dott. Mariano Amici ha predisposto, e messo a disposizione di chiunque ne volesse una copia, un modello di denuncia – querela, con allegata documentazione, basato sulla dichiarazione congiunta sottoscritta dal Dott. Fabio Franchi Medico, infettivologo  Esperto di virologia, la dott.ssa Antonietta Gatti Scienziata Esperta di nanopatologie, il dott. Stefano Montanari, Farmacista Ricercatore scientifico e nanopatologo, ed il Prof. Stefano Scoglio, Ricercatore Scientifico, Candidato Premio Nobel per la Medicina 2018. 
Le richieste di copia del modello sono state numerose al punto da non riuscire ad evaderle in tempo reale ed integralmente. Ad oggi consta che sono state depositate denunce in ogni regione d’Italia e pertanto, al fine di non intasare le procure con un numero eccessivo di querele, viene momentaneamente sospeso il servizio in attesa che la magistratura prosegua la propria azione. Il servizio verrà ripreso non appena le procure daranno seguito alle denunce già depositate così consentendo a tutti coloro che hanno inviato la richiesta, o che la invieranno da oggi in poi, di costituirsi parte civile e richiedere il risarcimento dei danni subiti. Il dott. Amici provvederà personalmente a dare notizia dell’esito della propria iniziativa.